Le vostre domande

"La casa è dove si trova il cuore." (Plinio il Vecchio)
FAQs - agevolazioni fiscali

Domanda posta da Carmela De Luca

La Legge di stabilità 2016 ha confermato per tutto il 2016 l’applicazione di alcune agevolazioni. I contribuenti potranno perciò usufruire di una detrazione Irpef del 50% per i lavori ristrutturazione edile, confermando il limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare. I contributi in oggetto vengono ripartiti in dieci quote annuali di pari importo.

Dal 1° gennaio 2017 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

Per usufruire delle citate detrazioni è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale, da cui risultino:

  • Causale del versamento, con l’indicazione della norma di riferimento;
  • Codice fiscale del soggetto che paga;
  • Codice fiscale o numero di partita IVA del beneficiario del pagamento.

Per ulteriori informazione le consiglio di leggere la sezione del nostro sito dedicata alle “News Immobiliari” in cui troverà un articolo dedicato al suo quesito.

Per ulteriori chiarimenti è comunque sempre possibile scrivere a: consulenza@zagaraimmobiliare.it

Domanda posta da Anna Tomasiello

Nel caso di acquisto “prima casa” sono previste diverse agevolazioni.

Iniziamo dal chiarire cosa si intende per “prima casa”.
La prima casa è l’immobile che si acquista per primo nel comune dove si ha o si intende trasferire la propria residenza.

Al fine di usufruire delle agevolazioni, l’acquirente deve possedere alcuni requisiti:

  • nell’atto di compravendita deve dichiarare: di non essere titolare esclusivo (proprietario al 100%) o in comunione con il coniuge di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di un’altra casa di abitazione nel territorio del comune dove sorge l’immobile oggetto dell’acquisto agevolato;
  • Di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su altra casa acquistata anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni fiscali prima casa;
  • Di impegnarsi a stabilire la residenza entro 18 mesi dall’acquisto, nel territorio del comune dove è situato l’immobile da acquistare, qualora già non vi risieda.

Rivolgiamo ora l’attenzione a come cambiano le agevolazioni a seconda della diversa tipologia di venditore.
Se il venditore è un privato (quindi non è soggetto a IVA) l’acquirente che ha i requisiti “prima casa” vedrà applicate le seguenti imposte:

  • imposta di registro con aliquota ridotta del 2% (invece che del 9%) sul valore di acquisto dichiarato;
  • imposte ipotecarie e catastali sono dovute in misura fissa (50 euro ciascuna).

Se l’acquisto viene fatto da impresa costruttrice o ristrutturatrice entro 5 anni dalla data di ultimazione lavori, l’acquirente dovrà pagare:

  • IVA ridotta al 4% (invece che del 10%);
  • Per gli atti soggetti a IVA, non si applica l’imposta di Registro in misura proporzionale, ma in misura fissa (200 euro) e sono comunque dovute le imposte catastali e ipotecarie sempre in misura fissa (200 euro).

Inoltre se la “prima casa” viene acquistata con mutuo è possibile detrarre dall’IRPEF il 19% sugli interessi pagati sui mutui per l’acquisto della prima casa: la detrazione si calcola su un importo massimo. L’importo annuo complessivo (compresi gli oneri accessori) su cui applicare la detrazione del 19% è di 4000 euro (760 euro).

Per ulteriori chiarimenti è possibile scrivere a: consulenza@zagaraimmobiliare.it

Domanda posta da Danilo Manganaro

La risposta è affermativa nel caso in cui essi siano a servizio dell’immobile principale.

L’agevolazione fiscale vale per l’acquisto di pertinenze, sia pure effettuato con atto separato, ma con il limite di una sola pertinenza per ciascuna delle diverse categorie catastali.

Tra le pertinenze intendiamo:

  • C/2 cantina o soffitta,
  • C/6 box o posto auto,
  • C/7 tettoia.

Per essere considerati pertinenza non è necessario che il box o il posto auto risultino ubicati nel medesimo edificio o complesso immobiliare nel quale è sita l’abitazione principale.

Per ulteriori chiarimenti è possibile scrivere a: consulenza@zagaraimmobiliare.it

Form invio domande

Compila il form sottostante specificando la tua domanda.
Riceverai una risposta nel più breve tempo possibile!

Tutti i campi sono obbligatori


Hai qualcos'altro da chiederci?

Puoi inviare le tue domande compilando il form oppure scrivendoci a:
consulenza@zagaraimmobiliare.it
”FIAIP”

ISCRITTA FIAIP
Collegio di appartenenza: MILANO
Codice FIAIP: 29591