Le vostre domande

"La casa è dove si trova il cuore." (Plinio il Vecchio)
FAQs - acquisto

Domanda posta da Anna Aliotta

L’imposta di registro (cosi come l’ipotecaria e la catastale) è versata dal notaio al momento della registrazione dell'atto di compravendita. Per le vendite di immobili a uso abitativo (e relative pertinenze), effettuate nei confronti di persone fisiche che non agiscono nell'esercizio di attività commerciali, artistiche o professionali, la base imponibile ai fini dell’imposta di registro può essere costituita dal valore catastale dell’immobile anziché dal corrispettivo pagato.

È possibile versare le imposte sulla base del valore catastale a condizione che nell'atto sia indicato l'effettivo importo pattuito per la cessione.
L'acquirente, per poter fruire dell'applicazione delle imposte sul valore catastale dell'immobile, deve fame esplicita richiesta al notaio.

Alle cessioni degli immobili a uso diverso da quello abitativo (terreni, negozi, uffici, ecc…) e loro pertinenze, non può essere applicata questa modalità di tassazione.

Per ulteriori chiarimenti è possibile scrivere a: consulenza@zagaraimmobiliare.it

Domanda posta da Anna Tomasiello

Nel caso di acquisto “prima casa” sono previste diverse agevolazioni.

Iniziamo dal chiarire cosa si intende per “prima casa”.
La prima casa è l’immobile che si acquista per primo nel comune dove si ha o si intende trasferire la propria residenza.

Al fine di usufruire delle agevolazioni, l’acquirente deve possedere alcuni requisiti:

  • nell’atto di compravendita deve dichiarare: di non essere titolare esclusivo (proprietario al 100%) o in comunione con il coniuge di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di un’altra casa di abitazione nel territorio del comune dove sorge l’immobile oggetto dell’acquisto agevolato;
  • Di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su altra casa acquistata anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni fiscali prima casa;
  • Di impegnarsi a stabilire la residenza entro 18 mesi dall’acquisto, nel territorio del comune dove è situato l’immobile da acquistare, qualora già non vi risieda.

Rivolgiamo ora l’attenzione a come cambiano le agevolazioni a seconda della diversa tipologia di venditore.
Se il venditore è un privato (quindi non è soggetto a IVA) l’acquirente che ha i requisiti “prima casa” vedrà applicate le seguenti imposte:

  • imposta di registro con aliquota ridotta del 2% (invece che del 9%) sul valore di acquisto dichiarato;
  • imposte ipotecarie e catastali sono dovute in misura fissa (50 euro ciascuna).

Se l’acquisto viene fatto da impresa costruttrice o ristrutturatrice entro 5 anni dalla data di ultimazione lavori, l’acquirente dovrà pagare:

  • IVA ridotta al 4% (invece che del 10%);
  • Per gli atti soggetti a IVA, non si applica l’imposta di Registro in misura proporzionale, ma in misura fissa (200 euro) e sono comunque dovute le imposte catastali e ipotecarie sempre in misura fissa (200 euro).

Inoltre se la “prima casa” viene acquistata con mutuo è possibile detrarre dall’IRPEF il 19% sugli interessi pagati sui mutui per l’acquisto della prima casa: la detrazione si calcola su un importo massimo. L’importo annuo complessivo (compresi gli oneri accessori) su cui applicare la detrazione del 19% è di 4000 euro (760 euro).

Per ulteriori chiarimenti è possibile scrivere a: consulenza@zagaraimmobiliare.it

Domanda posta da Danilo Manganaro

La risposta è affermativa nel caso in cui essi siano a servizio dell’immobile principale.

L’agevolazione fiscale vale per l’acquisto di pertinenze, sia pure effettuato con atto separato, ma con il limite di una sola pertinenza per ciascuna delle diverse categorie catastali.

Tra le pertinenze intendiamo:

  • C/2 cantina o soffitta,
  • C/6 box o posto auto,
  • C/7 tettoia.

Per essere considerati pertinenza non è necessario che il box o il posto auto risultino ubicati nel medesimo edificio o complesso immobiliare nel quale è sita l’abitazione principale.

Per ulteriori chiarimenti è possibile scrivere a: consulenza@zagaraimmobiliare.it

Form invio domande

Compila il form sottostante specificando la tua domanda.
Riceverai una risposta nel più breve tempo possibile!

Tutti i campi sono obbligatori


Hai qualcos'altro da chiederci?

Puoi inviare le tue domande compilando il form oppure scrivendoci a:
consulenza@zagaraimmobiliare.it
”FIAIP”

ISCRITTA FIAIP
Collegio di appartenenza: MILANO
Codice FIAIP: 29591